Arriva Google Noto

inviato da:: In: Uncategorized 11 Ott 2016 Commenti: 0

L’obiettivo dei due colossi è molto grande: far sì che la maggior parte dei font esistenti possano essere utilizzati in qualsiasi lingua, senza che alcuni caratteri creino quei fastidiosi rettangoli chiamati “Tofu”. Lo stesso nome, Noto, è un riferimento allo scopo del progetto: un’abbreviazione di “No To(fu)”, cioè “Niente più Tofu.

“Google Noto è un progetto importante, siamo orgogliosi di come abbiamo lavorato negli ultimi cinque anni per sviluppare un prodotto veramente funzionante”, ha dichiarato in un comunicato stampa Bob Jung, direttore internazionale di Google.

Centinaia di persone hanno collaborato alla creazione di Noto, tra cui ricercatori, grafici e linguisti. Noto è un progetto in linea con la nuova strategia di Google, la stessa per la quale nel 2016 ha allargato il suo servizio di traduzione automatica a 100 lingue. “Siamo entusiasti di aver giocato un ruolo così importante in quello che è diventato uno dei progetti più significativi di tutti i tempi. Le competenze di Monotype e l’innovazione di Google hanno dimostrato di essere una combinazione produttiva”, ha dichiarato Scott Landers, presidente e Ceo di Monotype.

 

Lascia un commento

Devi effettuare il login per postare un commento

Articoli correlati