inviato da:: In: Uncategorized 11 Ott 2016 Commenti: 0

L’obiettivo dei due colossi è molto grande: far sì che la maggior parte dei font esistenti possano essere utilizzati in qualsiasi lingua, senza che alcuni caratteri creino quei fastidiosi rettangoli chiamati “Tofu”. Lo stesso nome, Noto, è un riferimento allo scopo del progetto: un’abbreviazione di “No To(fu)”, cioè “Niente più Tofu.

“Google Noto è un progetto importante, siamo orgogliosi di come abbiamo lavorato negli ultimi cinque anni per sviluppare un prodotto veramente funzionante”, ha dichiarato in un comunicato stampa Bob Jung, direttore internazionale di Google.

Centinaia di persone hanno collaborato alla creazione di Noto, tra cui ricercatori, grafici e linguisti. Noto è un progetto in linea con la nuova strategia di Google, la stessa per la quale nel 2016 ha allargato il suo servizio di traduzione automatica a 100 lingue. “Siamo entusiasti di aver giocato un ruolo così importante in quello che è diventato uno dei progetti più significativi di tutti i tempi. Le competenze di Monotype e l’innovazione di Google hanno dimostrato di essere una combinazione produttiva”, ha dichiarato Scott Landers, presidente e Ceo di Monotype.

 

inviato da:: In: Uncategorized 11 Ott 2016 Commenti: 0

BIBBIANO. Amos Dall’Orto, Super Egeria, Lambertenghi, Rapida di Lusso. Sono i nomi antichi di alcune macchine tipografiche. Sono pezzi di storia ammassati in un angolo in attesa di venire comprati da qualcuno che possa custodirli e ammirarli.
Il Comune di Bibbiano li aveva acquistati nel 2001 da una storica tipografia di Reggio, con l’intento di costruire un museo nelle ex scuole elementari di Barco. Anno dopo anno, però, le esigenze sono cambiate e le macchine sono rimaste nel dimenticatoio.
«L’attrezzatura era stata comprata dalla vecchia amministrazione per allestire un museo nelle scuole elementari di Barco – spiega il sindaco di Bibbiano, Sandro Venturelli – ma poi il progetto è stato accantonato. Ora le ex scuole elementari ospitano al piano terra un circolo sociale Arci, una palestra e la sede dell’Avis; al piano superiore ci sono invece gli uffici per l’Unione dei Comuni della Val d’Enza. Non avendo più uno spazio per allestire un museo o una mostra con intento didattico, abbiamo deciso di vendere le macchine tipografiche».
Il primo bando è stato rivolto a musei, associazioni pubbliche e soggetti che potessero mantenere il progetto originale. «Ma – continua il sindaco Venturelli – nonostante ci sia stato molto interesse e i prezzi fossero contenuti, non abbiamo concluso nulla e le macchine non sono state vendute. Ora abbiamo aperto un nuovo bando ai privati. Speriamo in qualche appassionato o in qualche collezionista».
Il materiale in vendita è composto principalmente da centinaia di caratteri in legno e piombo con relative cassettiere, un torchio/pressa di legatoria in legno, una pressa “Amos Dall’Orto” risalente al 1857, una macchina tipografica automatica Nebiolo (modello “Super Egeria”) del 1965, una macchina tipografica Lambertenghi, una macchina automatic a Nebiolo (modello “Rapida di Lusso”) del 1932, parecchie macchine da legatoria, cucitrici e perforatrici.

inviato da:: In: Uncategorized 11 Ott 2016 Commenti: 0

roll-up sono espositori pubblicitari ritenuti potenzialmente molto efficaci nella diffusione di un messaggio pubblicitario.

Questo perché è possibile concentrare, in uno spazio ridotto, l’essenziale informativo e le call to action più importanti senza disperdere spazio in comunicazioni secondarie.

Il Roll-up è un supporto pubblicitario avvolgibile e trasportabile composto da un basamento in alluminio. Un telo in PVC viene estratto e fissato in verticale e su questo telo si possono stampare grafiche promozionali personalizzati.

Il peso della struttura completa non supera i 5 kg ed è per questo che è molto conveniente e utilizzata. Si possono stampare anche su retroilluminati e carta fotografica con larghezza minima di 90 cm e massima 160 per una lunghezza potenzialmente illimitata. Ciò che è veramente importante da avere per la realizzazione ottimale del vostro roll-up è il file pdf pronto in alta risoluzione.

Il roll-up è uno strumento molto sfruttato nel marketing di:

– negozi (soprattutto negozi di vestiti)
– fiere di qualunque tipo
– show room
– comuni e sedi politiche, amministrative, sanitarie della città
– mostre e convegni
–centri commerciali (fortissima affluenza di gente e ottimo punto strategico di esposizione)
– palestre e impianti sportivi, centri di benessere
– ristoranti, pizzerie e anche gelaterie, pub, discoteche e luoghi di intrattenimento come i teatri e i cinema
– associazioni, club e circoli privati.

Il roll-up è smontabile e collocabile dove si desidera, la sua struttura può accogliere diversi teli in PVC, mano a mano che le promozioni o comunicazioni cambiano nel tempo senza necessariamente rimanere fissato al primo telo.

La struttura ospita un telo alla volta, ma le dimensioni possono variare a seconda delle esigenze. La più consigliata è l’80 x 200.

Il ciclo di vita di un roll-up è garantito da molteplici fattori:

  • dalla resistenza delle componenti
  • dal messaggio che avete deciso di stampare.

Studiando una comunicazione mirata ed ever green potrete riutilizzare il roll-up in occasioni future. In linea generale, comunque, la base del roll-up spesso è riutilizzabile. Potrete immaginare una diversa ristampa del telo, senza investire nuovamente sul supporto.

I roll-up possono essere mono o bifacciali, ovvero stampati su un solo lato o su entrambi. Alcuni modelli sono adatti per gli ambienti interni e altri per l’arredo promozionale degli esterno grazie alla loro resistenza alle condizioni climatiche.

Ti piacerebbe realizzare un roll-up per la tua comunicazione mirata? Scopri cosa possiamo fare per te!

inviato da:: In: Uncategorized 11 Ott 2016 Commenti: 0

Il linguaggio dei colori.

Ogni volta che ci guardiamo intorno od osserviamo qualcosa, i colori che percepiamo, che forse a volte non notiamo coscientemente, ci comunicano a livello sensoriale, emotivo. Nel marketing, nella pubblicità in particolare i colori rivestono un ruolo importante (nelle vendite, ad esempio, esercita un grande potere di influenza). Sono il vestito che indosserà il messaggio pubblicitario, un elemento destinato a catturare l’attenzione, e disporre, chi riceve il messaggio, nello stato emotivo voluto. Conoscere il linguaggio dei colori, vediamo come:

COLORE ROSSO - - Munus - Pubblicità FermoROSSO E’ un colore associato al fuoco, quindi evoca il coraggio, la passionalità, l’amore e l’eros. Viene utilizzato anche per esprimere potenza, pericolo. Il rosso ha un forte impatto emotivo, tende ad aumentare il metabolismo umano, la respirazione e la pressione del sangue. Il ROSSO-CHIARO rappresenta la sensibilità, l’amore tenero, la sensualità.Il ROSSO-SCURO è solitamente associato a forti emozioni quali la rabbia, la collera. Il colore MARRONE è un colore “equilibrato” e si associa a stabilità e fermezza, soprattutto, in genere, a componenti di qualità maschile.

COLORE ARANCIONE - Munus - Pubblicità FermoARANCIONE E’ un colore brioso, associato alla contentezza, entusiasmo, alla creatività, successo, stimolo, incoraggiamento. E’ un colore caldo che stempera i toni forti del rosso. Aumenta il rifornimento di ossigeno al cervello e stimola le attività mentali. E’ un colore gradito ai giovani. E’ Usato come colore in pubblicità di prodotti alimentari perché stimola l’appetito ed è associato a prodotti naturali. Utilizzato spesso anche nel mercato dei giocattoli. Il Rosso-arancio si associa solitamente al desiderio, il colore ore evoca lusso, prestigio, ricchezza.

COLORE GIALLO - Munus - Pubblicità Fermo

GIALLO Il colore giallo è associato a stati di gioia, di energia, felicità. Stimola l’energie dei muscoli e stimola l’attività mentale. Associato alla spontaneità e collegato istintivamente agli alimenti. E’ il colore di “avvertimento” per eccellenza, usato per antonomasia quale evidenziatore in testi e disegni. E’ visto da molti come colore infantile, per questo viene spesso utilizzato per la pubblicità di prodotti ludici ber bambini.

 

COLORE AZZURRO - - Munus - Pubblicità FermoAZZURRO Fiducia, intelligenza, fede, sono le associazioni maggiori con questo colore. L’azzurro, il colore del mare e del cielo, è considerato benefico per la mente ed il corpo ed ha un effetto tranquillizzante, ma notoriamente toglie l’appetito. E’ utilizzato nella promozione di prodotti e servizi per la pulizia, condizionatori d’aria, purificatori dell’acqua, ma anche nella pubblicità dei prodotti di alta tecnologia. BLU-SCURO rappresenta la serietà, quindi la conoscenza e la perizia.

 

COLORE VERDE - Munus - Pubblicità FermoVERDE Associato agli elementi naturali. Suggerisce sviluppo ed armonia, ma anche resistenza e stabilità e, notoriamente, speranza. Usato moltissimo per prodotti medici, alimenti naturali e biologici. Il VERDE-SCURO è invece associato ai soldi, ma anche all’ambizione e alla rabbia, contrariamente al VERDE-OLIVA che è invece un colore simbolico della pace.

 

 

COLORE BIANCO - Munus - Pubblicità FermoBIANCO Simbolo di purezza, fede, innocenza, è il colore associato alla perfezione. Utilizzato negli spot medicali ed ospedalieri, in quelli religiosi ma anche in quelli hi-tech. Nell’alimentazione si associa ai prodotti quali latte e latticini, spesso anche con connotazione light, dietetica.

 

 

COLORE NERO - Munus - Pubblicità FermoNERO Il nero ha solitamente una connotazione negativa, me è anche associato al mistero, all’eleganza, minimalismo e formalità. Il nero staglia bene i colori accessi, unito con arancio o rosso, crea effetti impattanti ed aggressivi.